giovedì 18 luglio 2013

La frode di N. Jarecki. Recensione


La frode
di Nicholas Jarecki
con Richard Gere, Susan Sarandon, Tim Roth, Letitia Casta
Thriller, 100 min., USA, 2012

A metà tra i due capitoli di Wall Street e Margin Call, il film di Jarecki è un thriller che ha il merito di mettere in scena una storia che sta in piedi senza particolari impacci grazie ad una trama lineare impreziosita da una buona dose di suspance (almeno nella prima parte).

Robert Miller, interpretato da un buon Richard Gere, è un milionario in procinto di vendere la propria società salvata anni prima grazie ad una frode finanziaria. L'operazione, portata avanti grazie alla sua corazza forgiata da anni e anni di esperienza nel mare di squali della finanza, viene messa in seria discussione dalla concomitanza di due avvenimenti: la figlia scopre che la società non ha i conti in regola; in una fuga d'amore Miller causa la morte dell'amante con conseguente indagine della polizia che potrebbe mettere in seria discussione la cessione milionaria della società. Il castello di carte vacilla sempre più pericolosamente durante lo sviluppo degli avvenimenti ma Miller farà di tutto per non farlo cadere. E' grande la sua prova di equilibrismo, e funzionale a ribadire che spesso chi ha i soldi rischia solo di perdere il proprio status sociale, non la libertà. Finale non banale.

Voto: 7 su 10

(Film visionato il 13 luglio 2013)



Condividi questo articolo

share su Facebook Twitter Condividi su Buzz Condividi su Reddit Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...