giovedì 13 ottobre 2011

Vuoti a rendere

L'opposizione oggi si è rifiutata di presenziare al discorso con il quale B. ha chiesto la fiducia 
Oggi l'opposizione, finalmente capace di compattarsi in una presa di posizione forte, si è assentata da Montecitorio in occasione della seduta durante la quale B. ha chiesto (per l'ennesima volta) la fiducia. Un'iniziativa degna di plauso ma tardiva. 
Tante, troppe volte le assenze (o le colpevoli presenze in termini di voto) dell'opposizione hanno salvato questa scarna e mediocre maggioranza dal tracollo. 
Dov'erano i deputati dell'opposizione, infatti, quando il 15 settembre 2009 lo scudo fiscale veniva approvato con voto di fiducia grazie al loro assenteismo? Ricordiamoci di uno sconcertante D'Alema che si giustificò dicendo "che non gli era stato spiegato che era un voto importante". 

Dov'erano e come hanno votato questi signori tutte le volte che, come ha svelato il recente rapporto di Openpolis, la maggioranza è riuscita a far approvare le proprie leggi grazie ai voti e/o alle assenze degli uomini della "sinistra"? 
Ecco i principali tra i provvedimenti che potevano essere bloccati e che non lo sono stati a causa dell'ignavia della "sinistra": Legge sul salvataggio di Alitalia, Legge sul ritorno del nucleare (salvo poi dichiararsi a favore del quesito referendario!), Legge sui rifiuti in Campania, "Riforma Brunetta" della Pubblica Amministrazione, Legge sul terremoto in Abruzzo, Scudo fiscale, Decreto Milleproroghe (di cui abbiamo abbondantemente parlato).

E, per favore, non si parli di Aventino. Un vero "Aventino", una vera "secessione" parlamentare sarebbe l'iniziativa delle "dimissioni collettive" da parte dell'intero corpo dell'opposizione. Come già suggerito da qualcuno, le dimissioni in massa di tutti i gruppi e di tutti i parlamentari di "sinistra" porterebbero al colasso Camera e Senato, consentendo di avviare la procedura istituzionale della crisi di governo e di ricorrere alle tanto sospirate elezioni anticipate. 

Un'iniziativa storica, mai verificatasi prima d'ora, che comporterebbe il modico prezzo della rinuncia a qualche anno di lauti stipendi. Un'iniziativa che, ne siamo certi, questa bislacca e inerte opposizione mai prenderà in considerazione. Il vuoto non costa nulla e rende comunque un ingente guadagno!


Condividi questo articolo

share su Facebook Twitter Condividi su Buzz Condividi su Reddit Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...