giovedì 17 febbraio 2011

Jonathan Franzen: dieci regole per scrivere narrativa

In attesa del suo romanzo Freedom, che uscirà in Italia per Einaudi il 15 marzo 2011, leggiamo le dieci regole che Jonathan Franzen, sul sito del Guardian, ha proposto per scrivere un'opera di narrativa:

1. Il lettore è un amico, non un avversario o uno spettatore.

2. La narrativa che non sia un’avventura personale dell’autore all’interno della paura o dell’ignoto vale la pena di essere scritta solo per soldi.

3. Non usate mai la parola “allora” come congiunzione
: per questo scopo abbiamo “e”. Sostituirla con “allora” è la non-soluzione al problema di avere troppi “e” sulla pagina di un autore pigro o che non sente il tono.

4. Scrivete in terza persona a meno che non troviate un’irresistibile voce in prima persona
, una voce che si distingua veramente.

5.
Dal momento che l’informazione è diventata libera e universalmente accessibile, fare corpose ricerche per un romanzo non ha più grande valore.

6. La narrativa più puramente autobiografica richiede la pura invenzione.
“La metamorfosi” è la storia più autobiografica mai scritta.

7. Si vede di più stando fermi che rincorrendo qualcosa.

8. Dubito che chiunque abbia una connessione a internet dove lavora possa scrivere buona narrativa.

9. I verbi interessanti sono raramente davvero interessanti.

10. Prima di poter essere spietati dovete amare.

Detto questo, andate a scrivere.



Condividi questo articolo

share su Facebook Twitter Condividi su Buzz Condividi su Reddit Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...